Taralli dolci alla Birra

Quando ero piccola, mamma faceva spesso i tarallini dolci al vino bianco. Devo dire che non ne uscivo pazza, ma mi piaceva l’idea che fossero ricoperti di zucchero!

Poi è successo che una mia collega pugliese mi ha fatto conoscere le così dette intorchiate: dei taralli con la forma di una treccia, con due mandorle ai lati e ricoperte di zucchero. È stato amore al primo morso…

Così l’altra sera quando mi ha preso quella voglia matta di impastare non avevo troppi dubbi: dovevo fare dei tarallini e dovevano essere ricoperti di zucchero! In frigo non avevo nemmeno l’ombra di una bottiglia di vino bianco; in compenso ne avevo una di Chimay (mia birra prefe). Aggiungici un po’ di farina e un abbondante giro di olio e il risultato sono dei taralli STRE PI TO SI!


Ingredienti (per tanti, tanti taralli)

500gr Farina (io ho fatto 200 tipo1)
200ml Birra (io ho usato la Chimay tappo rosso)
200ml Olio EVO
4C zucchero (+ qb per decorare)
1c lievito per dolci

Conservazione
I taralli devono essere conservati in bustine chiuse per mantenere la freschezza anche un paio di mesi.

Sostituzioni
Ultimamente ho utilizzato questa ricetta per smaltire un po’ di supero di licoli.
Ne ho messi 120gr, riducendo di 40 sia la farina che la birra.


Iniziamo mischiando birra, olio e zucchero. Se state utilizzando il licoli questo è il momento giusto per scioglierlo. Aggiungiamo quindi poco alla volta le polveri. Due consigli in merito: 1) aggiungete la farina sempre poco alla volta, in quanto ogni farina ha una propria capacità assorbente; 2) tenetevi il sacchetto della farina vicino: io l’ultima volta ne ho dovuto aggiungere qualche pugnetto!
Impastiamo fino ad ottenere un composto omogeneo che non appiccia più alle mani.

Spostiamoci quindi sul piano da lavoro per dare la forma ai nostri tarallini. La forma classica è quella tonda dei taralli, ma nulla chiude le porte alla fantasia: che ne dite di fare anche delle treccine? Son più semplici di quel che sembra:
1) staccate un pezzo di impasto
2) ricavatene un salsicciotto lungo e sottile
3) tagliatelo in tre parti uguali
4) intrecciate

Prima di mettere in forno, spolveratele con abbondante zucchero semolato.
Cuocete in forno già caldo 180° per circa 20/25 minuti (dipende dalla grandezza, quindi monitorate!). Aspettate una decina di minuti che raffreddino prima di addentarli 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *