“Ragù” autunnale di zucca e lenticchie

Lo so, lo so: il ragù vero è quello con la carne. E non potrei dire diversamente. Vorrei però raccontarvi la storia del Ragù. Questo termine deriva dal francese “ragôut” che letteralmente significa risvegliare: risvegliare l’appetito, rinnovare il gusto e dare più sapore. In Francia il ragôut nasce come uno stufato che prevedeva numerosi ingredienti belli nutrienti: carne o pesce che venivano tagliati a pezzetti e cotti per tanto tempo insieme alle verdure. Il fratello italiano non possiamo che individuarlo nel Ragù Napoletano: la mia terra è stata per molto tempo sotto i francesi, e ha saputo cogliere vari aspetti della loro cultura. A Napoli, imponenti pezzi di carne vengono fatti cuocere a fuoco bassissimo e per tanto tempo in abbondante salsa di pomodoro.

Fonte: foodscovery

Sono sicura che per molti quello che sto per dire è la seconda eresia di questo articolo dopo il titolo, ma io non preferisco il Ragù alla napoletana. I miei condividono il mio stesso pensiero, e infatti anche a casa mia si è sempre preferito il Ragù alla Bolognese. Patrimonio Nazionale apprezzato in tutto il mondo, il Ragù alla Bolognese si distacca dai suoi fratelli per l’utilizzo di carne trita e non più a pezzi.

Ma torniamo a noi. Non sono mai stata un’amante della carne, e da quando ho iniziato a vivere da sola (e quindi a cucinarmi da sola eheh) l’ho quasi eliminata dalla mia cucina per una serie di motivi. Le tagliatelle, ma in generale la pasta, al ragù è da sempre una delle mie preferite. Quindi gira e cerca su internet, mi sono imbattuta in varie ricette di “ragù alternativi”. Sono stata tanto scettica all’inizio devo ammetterlo, ma alla fine mi sono lasciata convincere da una foto pubblicata da Sofia Bronzato (ciao doc <3) di un bellissimo ragù di zucca e lenticchie.

Complice la presenza di una delle mie verdure preferite, dovevo assolutamente provarci! Credo fermamente che per piatti come questo non esista una vera e propria ricetta, ma qui sotto troverete tutti gli ingredienti che ho usato io e i passaggi chiave.

p.s.: mia sorella fa il ragù più buono del mondo. Si, il vero ragù.
Magari un giorno vi racconto la sua di ricetta 😛


Ingredienti (per 4 porzioni)
200gr lenticchie (io ho usato le rosse)
400gr di zucca delica
750ml passata di pomodoro
Olio qb
1 carota + 1 cipolla + 1 sedano
Vino bianco qb

Se vi piacciono, io ho aggiunto anche delle spezie: 1C di paprika e 1C di cannella e una manciata di erbe aromatiche miste.

Conservazione
Il sugo si mantiene un paio di giorni in frigorifero. Io ho preferito porzionarlo in barattoli e surgelarlo in modo da averlo sempre pronto quando sono di corsa.


Iniziamo tagliando a pezzetti piccolissimi cipolla carota e sedano, che saranno la base del nostro soffritto. Io li ho messi tutti in una ciotola e ci ho aggiunto le spezie. In una pentola capiente ho fatto un abbondante giro di olio e ho acceso il fuoco. Quando questo era caldo (un minutino dopo circa) ho buttato in pentola il soffritto e fatto andare per un minuto. A questo punto ho aggiunto la zucca e ho sfumato con circa un bicchiere di vino bianco: faccio andare ancora un po’ ed aggiungo le lenticchie.

A proposito di lenticchie: io ho usato quelle secche, quindi mi sono preoccupata di metterle a mollo la mattina per cucinare poi la sera. Non hanno bisogno di tutto questo tempo di ammollo, un paio di ore basteranno!

Una volta aggiunte le lenticchie, aggiungo anche la salsa di pomodoro. Mi raccomando: una volta versata la salsa bisogna riempire il boccale per metà di acqua, agitare bene per prendere tutto il sugo, e riversare in pentola.

A questo punto non bisogna far altro che coprire con il coperchio e lasciare andare a fiamma bassissima per circa 1h. Ogni tanto meglio controllare e dare una girata: io in corsa ho aggiunto circa due tazze di acqua!

Con queste dosi potete o condirci una lasagnetta per 4 persone, delle belle tagliatelle, oppure potete fare come ho fatto io:
– una schiscetta accompagnata dal riso per il giorno dopo
– 3 barattolini congelati da poter poi utilizzare quando più ne ho bisogno!

Ora quindi non vi resta che decidere con cosa accompagnarlo e godervi questo buon non-ragù!

2 risposte a ““Ragù” autunnale di zucca e lenticchie”

  1. Ottima idea!
    Io faccio il sugo solo con lenticchie e pomodoro, ma utilizzo le lenticchie dopo averle lessate. Che ne pensi?
    Comunque proverò presto questa variante con la zucca che sembra più appetitosa..

    1. io le lenticchie le adoro in ogni modo quindi non posso che approvare! diciamo che “allungo” il sugo con la zucca così da far mangiare più verdura a chi rischia di mangiarne pochina: ottimo trucchetto 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *