Un weekend all’insegna del cacao: Pane al Cacao con lievito madre

La prima volta che ho incontrato questo pane è stato ormai quasi un paio di anni fa sul banco del pane di Aurora di Le Polveri. Quando me lo ha presentato, la prima cosa che ha tenuto a dirmi è stata che non era però un pane dolce e che anzi, era il perfetto abbinamento per salumi e formaggi. E devo dirvi la verità, che è stata la base perfetta per il mio crostone a base di gorgonzola di quella sera!

Comunque, gorgonzola a parte che alla fine sta bene con tutto, da quel giorno mi è rimasto il pallino del pane al cacao. Quindi, una sera che mi sentivo particolarmente creativa, e che tra me e il lievito si è intromesso il cacao, è nato anche il mio pane al cacao. E’ uscito così bene, e si è nuovamente rivelato così versatile, che ho continuato a sfornarlo, provando anche varianti più golose a più da colazione (arricchite da gocce di cioccolato fondente 😉 )

E voi quale preferite, versione base o ancora più cioccolatosa?


Ingredienti
200gr farina W260
50gr semola rimacinata
15gr cacao amaro
180ml acqua
50gr licoli
5gr sale

Conservazione
Il pane resta bello morbido fino a tre giorni: conservatelo in una busta per pane, in un sacchetto o anche avvolto in un canovaccio.

Tempistiche
Ho deciso di utilizzare la tecnica del pane senza impasto: ho iniziato con un impasto diretto alle 19:30 per mettere tutto in frigo alle 22:30. Ho ripeso l’impasto dal frigo la mattina dopo alle 8, fatto acclimatare e lievitare fino alle 11. Formato e messo nel cestino per l’ultima lievitazione per poi cuocerlo verso le 13:30.

Sostituzioni
se non avete il lievito madre, potete preparare un pre-fermento a base di lievito di birra. ne parlo QUI.


Questo è per me un pane molto basic, di quelli che in genere faccio la sera quando torno dal lavoro. Inizio con un impasto diretto: mischio quindi tutti gli ingredienti in una ciotola grossolanamente: non devo già formare un panetto liscio e compatto ma solo amalgamarli. Lascio riposare 1h a temperatura ambiente, dopo di che farò tre giri di pieghe a distanza di 30 minuti. Quindi copro l’impasto con pellicola e metto in frigo per tutta la notte.

PS: se volete, durante la fase delle pieghe potete aggiungere del cioccolato per creare la versione dolce del pane perfetta per la colazione! Per questa pezzatura io calcolo circa 80gr di cioccolato fondente, che spezzetto grossolanamente col coltello. In pratica lo aggiungo in ciotola, e man mano che vado avanti con le pieghe, verrà inglobato nell’impasto. Per questa chicca ringraziamo Elena de Ilmiopane.it, che per un periodo ha iniziato a sfornare ininterrottamente pane al cioccolato che mi è stato impossibile resistere alla tentazione di fare lo stesso ed aggiungere anche io del cioccolato all’impasto 😉

Al mattino riprendo l’impasto ed aspetto il raddoppio. Il tempo dipenderà da quanti grandi avete in casa (e da che ora vi siete svegliati!) in genere a me ci mette circa 4h. Quindi poi lo formo e lo trasferisco nel cestino di lievitazione, dove lo faccio stazionare ancora un paio di ore a temperatura ambiente prima di infornarlo.

Se non avete un cestino di lievitazione potete utilizzare una ciotola e un canovaccio spolverato di farina di semola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *